Noci (centro città)

Nel centro storico, di particolare interesse La struttura del centro antico con le sue “niostre” (vicoli senz’uscita), la chiesa madre, Palazzo Lenti e Villa Lenti, Palazzo Gabrieli, Palazzo del Duca De Luca-Resta. Nell’agro del comune, oltre alle bellissime masserie è possibile visitare la chiesetta della Madonna della Croce, la chiesetta di Barsento e il monastero benedettino della madonna della croce.

Mottola

Il centro antico del paese è chiamato “Schiavonia” è possibile visitare le chiese dell’Assunta risalente al XIII secolo, la chiesa del Convento e i Villaggi ipogei di Petruscio e Casalrotto con le splendide cripte bizzantine, tra cui la più nota la cripta di San Nicola.

Putignano

Putignano è famosta per il suo carnevale (Carnevale di Putignao) ma on solo. Il centro storico di Putignano è senza dubbio il posto dal quale partire per esplorare la città; uno dei principali luoghi da visitare è Piazza Plebiscito su cui si affaccia la Chiesa Madre di San Pietro Apostolo, il Palazzo del Balì (museo civico) e il Sedile. Fuori dal centro storico abbiamo Porta Barsento e il Convento seicentesco di San Domenico. E’ assolutamente da visitare Grotta del Trullo, un sotterraneo di stalattiti e stalagmiti dalle forme disparate la cui entrata è protetta da un trullo costruito nel 1935.

Castellana Grotte

Il centro storico di Castellana Grotte è caratterizzato da piccole viuzze risalenti al medioevo, luogo dal quale partire alla scoperta della città. Tra i posti da visitare, abbiamo: il Municipio Vecchio, l’ex Convento di San Francesco (l’attuale Municipio). Città ricca di edificazioni sacre, tra cui la Chiesa di San Leone Magno, le statue di Leone Magno e di Giovanni Battista (ai lati dell’edificio), il Santuario di Maria SS. della Vetrana, la biblioteca del convento, la Chiesa di San Francesco d’Assisi. Per gli amanti dell’avventura e degli spazi verdi e rilassanti: l’Indiana Park. Le famose “Grotte di Castellana” il cui ingresso è costituito da un enorme voragine profonda 60 metri, al cui interno è possibile esplorare varie caverne.

Polignano a Mare

La costa di Polignano a Mare è già di per se un’attrazione, grazie alle sue grotte marine scavate dal mare, con la possibilità di effettuare escursioni in barca. Oltre alla visita del centro storico, si consiglia anche la visita del museo Pino Pascali, l’Abbazia di San Vito, la Chiesa del Purgatorio. Per gli amanti della storia, una tappa obbligatoria è la visita ai resti delle antiche mura (antiche torri difensive). Tra gli altri posti da vedere abbiamo: porto naturale con la Punta del “Bastione Santo Stefano”.

Monopoli

Monopoli, è una città da esplorare passeggiando tra le vie alla scoperta dell’intera cittadina. Tra i principali luoghi da visitare abbiamo: il centro storico, la Cattedrale di Maria Santissima della Media, le mura di cinta, Piazza Vittorio Emanuele che risale al Settecento, la chiesa del Purgatorio, le chiese rupestri e la Chiesa di Santa Maria Amalfitana. Il porto è un posto suggestivo, in passato un luogo di fondamentale importanza per i traffici mercantili italiani. Assolutamente da visitare sono le Masserie Fortificate presenti a Monopoli.

Ostuni

Ostuni è anche chiamata la “Città Bianca” per via del colore bianco che caratterizza gli edifici e le case della città che esposte al sole risplendono di luce propria. Il colore bianco è dovuto al materiale che riveste gli edifici del centro storico (calce). Tra le principali attrazioi storiche di Ostuni abbiamo: le mura aragonesi, la Cattedrale, la maestosa chiesa di S. Giacomo in Compostella, il convento delle benedettine (1500). A caratterizzare la Chiesa di S. Francesco (piazza Libertà) e S. Vito Martire è il rococò (in via Cattedrale). Tra i siti archeologici da visitare abbiamo anche il dolmen di Montalbano.

Cisternino

Cisternino è uno dei borghi più affascinanti di tutta la zona, iniziandola ad esplorare da piazza Garibaldi, su cui prospetta da un lato la Villa comunale e dall’altro la Torre Grande con la Porta Grande e la Chiesa Madre. Abbiamo anche la Torre Grande, la Chiesa Madre, intitolata a San Nicola, piazza Vittorio Emanuele, con la sua Torre dell’orologio, via Santa Maria di Costantinopoli, palazzo Cenci, palazzo Lagravinese e palazzo Pepe.

Locorotondo

Locorotondo è un piccolo paesino armonioso e delicato, dotato di un meraviglioso panorama che consente di osservare l’intero paese di Locorotondo, esaltando il colore bianco degli edifici del paese. I principali luoghi da visitare sono: la Chiesa Madre, piazza Vittorio Emanuele II (ex Piazza Castello), il Palazzo Comunale (adibito a Biblioteca Civica). Assolutamente da visitare, in contrada Marziolla, il più vecchio trullo pugliese datato 1509.

Ceglie Messapica

Ceglie Messapica, una delle città più antiche di tutta la Puglia fatta di casette in pietra. A dominare la collina su cui è costruito il paese è il Castello Ducale. Passeggiando per il centro storico di Ceglie è possibile scoprire palazzi, chiese, passaggi caratteristici della zono, aie, strutture architettoniche e volte settecentesche. Di fondamentale importanza è il Palazzo Allegretti, palazzo settecentesco sede della pinacoteca “Emilio Notte” e della biblioteca comunale.

Taranto

Taranto è famosa per la sua posizione a cavallo tra il Mar Grande e il Mar Piccolo, ideale per lo sviluppo di una particolare flora e fauna in grado di ospitare i delfini ma anche per il “Ponte Girevole” che collega l’isola del Borgo Antico con la penisola del Borgo Nuovo. Il “Castello Aragonese” (o Castel San’Angelo) è una tappa obbligatoria per chi visita Taranto, le Colonne Doriche, resti del Tempio di Poseidone, il più antico luogo di culto della Magna Grecia, la Cattedrale di San Cataldo, di origine medievale ma modificata in epoca barocca, il Monumento al Marinaio, la Rotonda Mariani d’Italia, (una terrazza semicircolare situata di fronte al Palazzo della Prefettura), un incantevole lungomare e le statue delle direne di Taranto.

Bari

Bari si caratterizza per la sua “Città Vecchia” dal carattere molto rustico. Assolutamente da vedere è il lungomare, che regala un panorama sul mare davvero notevole e suggestivo: Tra le strutture più importanti da visitare abbiamo: la Basilica di San Nicola, la Chiesa di San Nicola.

Matera

Il punto di partenza per l’esplorazione di Matera è senza ombra di dubbio il centro storico di Matera, a seguire piazza Vittorio Veneto. Matera è famosa soprattutto per i suoi “sassi”, ovvero i “Sassi di Matera”. Tra le edificazioni storiche e sacre di Matera ritroviamo: la Chiesetta di San Giovanni Battista, Porta San Biagio, il Belvedere Guerricchio, la Chiesa di San Francesco d’Assisi, piazza del Sedile e la Civita con piazza Duomo, dove domina la Cattedrale la e i palazzi nobiliari. E’possibile visitare anche la Chiesa del Purgatorio nuovo, la Cappella di Santa Chiara e Museo Domenico Ridola, il Parco della Murgia Materana costernato di Chiese Rupestri, la Chiesa di Madonna de Idris, con al suo interno affreschi bizantini.

Martina Franca

Martina Franca è famosa per la sua storia e la sua cultura; tra i luoghi da visitare abbiamo: la Basilica di San Martino, le reliquie di Santa Comasia (all’interno della Basilica), la Chiesa di San Domenico, la Chiesa della Beata Vergine del Carmelo, la Chiesa di Sant’Antodio da Padova e la Chiesa di Cristo Re. Tra i palazzi signorili di Martina ritroviamo il Palazzo Ducale (museo) e a seguire, tra gli altri, troviamo Palazzo Nardelli, Palazzo Barnaba, Palazzo Carucci e Palazzo Torricella. Inoltre a Martina è possibile visitare i Trulli e muretti a secco, caratteristici della Valle d’Itria.